La situazione occupazionale a Como e Lecco nel 2020

La Situazione del mercato del lavoro


Como e Lecco


Anno 2020-2019


Studio UIL del Lario


Elaborazione UIL Lario, fonte ISTAT

PRESENTAZIONE


I dati ISTAT anno 2020 sull’occupazione presentano una situazione del mercato del lavoro drammatica e preoccupante, numerosi i posti di lavoro persi, nei nostri territori. Provincia di COMO:
Gli occupati a Como sono stati 260.743 e sono diminuiti di 5.140 unità rispetto all’anno precedente (-3.387 uomini, - 1.253 donne), il tasso di occupazione al 65,70%, con un calo dell’1,46% rispetto al 2019. Agricoltura-Silvicoltura-Pesca, Industria, Costruzioni, Commercio-Alberghi-Ristorazione i settori produttivi in Provincia di Como che nel 2020 hanno fatto registrare un calo occupazionale rispetto all’anno precedente. Mentre, nelle altre attività dei servizi si è segnato un aumento dell’occupazione rispetto al 2019. I disoccupati a Como nel 2020 sono stati 14.722 e sono diminuiti di -3.597 unità rispetto al 2019 e il tasso di disoccupazione è stato del 5,34%, ed è diminuito del 1,10% rispetto all’anno precedente. Il tasso di disoccupazione femminile è stato dell’6,57% ed è diminuito dell’1,66%, mentre quello maschile è stato del 4,40% ed è diminuito dell’0,68%.
Gli inattivi a Como nel 2020 sono stati 116.669 e sono aumentati di 9.843 unità rispetto al 2019. Il tasso di disoccupazione giovanile (15-29 anni) a Como è passato dal 12,87% del 2019 al 10,78% del 2020.

Provincia di LECCO:
Gli occupati a Lecco sono stati 149.549 e sono diminuiti di 994 unità rispetto all’anno precedente (-853 uomini, -141 donne), il tasso di occupazione al 68,90%, con un calo dell’0,01% rispetto al 2019. Agricoltura-Silvicoltura-Pesca, Costruzioni e altre attività dei servizi i settori produttivi in Provincia di Lecco che nel 2020 hanno fatto registrare un calo occupazionale rispetto all’anno precedente. Mentre, industria e Commercio- Alberghi-Ristoranti hanno annotato un aumento dell’occupazione rispetto al 2019.I disoccupati a Lecco nel 2020 sono stati 8.236 e sono diminuiti di -191 unità rispetto al 2019 e il tasso di disoccupazione è stato del 5,22%, ed è diminuito del 0,08% rispetto all’anno precedente. Il tasso di disoccupazione femminile è stato dell’7,00% ed è diminuito dell’0,17%, mentre quello maschile è stato del 3,83% ed è diminuito dell’0,02%.
Gli inattivi a Lecco nel 2020 sono stati 57.352 e sono diminuito di 91 unità rispetto al 2019. Il tasso di disoccupazione giovanile (15-29 anni) a Lecco è passato dal 13,16% del 2019 al 11,55% del 2020.
In conclusione, i dati Istat sulla situazione occupazionale anno 2020 fanno emergere gli effetti drammatici dell’emergenza sanitaria sul mercato del lavoro (persi 6.134 unità di posti di lavoro rispetto all’anno 2019 nelle province di Como e Lecco), che solo il divieto dei licenziamenti e gli ammortizzatori sociali covid-19 (sono stati più di 40.000 i lavoratori/lavoratrici in cassa integrazione nelle province di Como e Lecco nell’anno 2020) hanno evitato conseguenze ancora più pesanti. Non deve trarre in inganno la diminuzione del numero di disoccupati anno 2020 rispetto all’anno precedente (-3.788 unità tra Como e Lecco), la maggioranza di loro sono diventati inattivi per effetto dello scoraggiamento nella ricerca di un lavoro ed è preoccupante tutto ciò.
In questo quadro disarmante, e con una situazione epidemiologica in peggioramento, vanno assolutamente e celermente prorogate le misure emergenziali di sostegno al reddito, a partire dalla Naspi e Discoll, per chi ha perso o rischia di perdere il lavoro. Inoltre, è assolutamente necessario prorogare per tutto il 2021, gli ammortizzatori sociali, il blocco dei licenziamenti e le deroghe ai contratti a termine.

Salvatore Monteduro
Segretario Generale CST UIL del Lario

Como, marzo 2021

 

 

Allegati:
Scarica questo file (Studio_UIL_Lario_Mercato_Lavoro_anno_2020_Dati_Istat.pdf)Studio UIL Occupazione_anno 2020[studio uil dati occupazione anno 2020]546 kB